Rappresento Venezia con una serie di foto, soprattutto “storiche”, risalenti cioè a più di trent’anni fa (1986).
Foto che hanno sofferto del passare degli anni, ma che permettono di ammirare una Venezia che non c’è più.

Sestiere di San Marco, Sestiere di Cannaregio, Sestiere di Dorsoduro, Sestiere di San Polo, Sestiere di Santa Croce, Sestiere della Giudecca, Sestiere di Castello, Piazza San Marco, Basilica di San Marco, Palazzo Ducale, Ponte dei Sospiri, i Piombi, Bacino di San Marco, Ponte di Rialto, Teatro della Fenice, Teatro Goldoni, traghetto di gondole, Canal Grande, Traghetto di Santa Sofia, Mercato di Rialto, Chiesa San Giorgio, Goldoni, Fondamenta delle Zattere, Chiesa della Salute, Canale della Giudecca, Chiesa del Redentore, Mulino Stucky Hilton Hotel, Casa di Maria, Casa con i tre occhi, Chiesa dei Frari, Chiesa di San Giacomo, Chiesa dei Frari, Chiesa di San Rocco, Chiesa di Sant’Aponal, Canal di Cannaregio, Ghetto Nuovo, Cà d’Oro, Chiesa dei Gesuiti, Chiesa dei Miracoli, Scuola di San Marco, Palazzo Liassidi, Arsenale di Venezia, Campo San Giovanni e Paolo, Campo Santa Maria Formosa.

Valle Figoni, Valle Zappa, Isola di Pellestrina, Isola degli Armeni, Mekhitaristi, Mummia di Nehmeket, Lido di Venezia, Isola di Sant’Erasmo, Lio Piccolo, Isola di Murano, Duomo di San Donato, Isola di Burano, Isola di Torcello, Isola di San Francesco del Deserto, Festa del Redentore, Regata Storica, Vogalonga, Carnevale di Venezia, Edicole.

Venezia, Centro Storico: introduzione alla città

Inizio questa carrellata fotografica di Venezia rappresentandola con i suoi due teatri più famosi: il Teatro della Fenice ed il Teatro Goldoni.
I traghetti servono ai veneziani per attraversare in gondola il Canal Grande. Uno dei traghetti più caratteristici è quello di Santa Sofia che collega il Sestiere (= quartiere) di Cannaregio con il Mercato di Rialto.
A volte a Venezia soffia un forte vento freddo di nord est (bora) che spesso determina il fenomeno dell’acqua alta, cioè il mare sommerge le parti più basse della città. Ci si sposta camminando su passerelle mentre i negozianti sbarrano con paratie stagne gli ingressi dei negozi. Il vento di bora soffia impetuoso, si incunea nelle strette calli e ripararsi con gli ombrelli diventa un problema, specialmente per i turisti che, non abituati, ne danneggiano in gran quantità.
Raramente a Venezia cade la neve.
E’ comunque un’esperienza affascinante girare durante una nevicata perchè la città assume un aspetto quasi irreale.
A Venezia i quartieri sono chiamati Sestieri.
Percorriamoli insieme, iniziando dal Sestiere di San Marco che ho suddiviso in quattro diverse gallerie.

Traghetto gondole

Traghetto gondole

Venezia

Piazza San Marco, Palazzo Ducale, Isola di San Giorgio e Punta della Dogana

E’ la parte di laguna prospiciente la Piazza San Marco e il Palazzo Ducale.
Di fronte l’Isola di San Giorgio, a sinistra il Lido di Venezia, a destra due canali: il Canale della Giudecca ed il Canal Grande divisi tra loro dalla Punta della Dogana.
Bacino San Marco

Bacino San Marco

Venezia

La Chiesa di San Marco, il Campanile di San Marco e La Torre dell’Orologio

E’ il più bel salotto del Mondo dove si affacciano le Procuratorie Vecchie e le Nuove, chiuse tra loro dall’ala napoleonica. In fronte la stupefacente bellezza della Chiesa di San Marco alla cui destra è il Campanile di San Marco, a sinistra la Torre dell’Orologio.

Basilica di San Marco

Basilica di San Marco

Venezia

Palazzo Ducale e la Scala dei Giganti

Palazzo di grande bellezza architettonica, abbellito da una terrazza finemente decorata. Il cortile intrerno è impreziosito dalla famosa scala dei Giganti.

Palazzo Ducale

Palazzo Ducale

Venezia

Bacino Orseolo, Scala Contarini (detta “del Bovolo”) e Campo San Bartolomeo con statua del Goldoni

Ne ho evidenziati alcuni quali la Scala Contarini, detta del Bovolo, il bacino Orseolo, famoso perché vi stazionano numerose gondole e punto di partenza delle famose serenate. Oltre le mercerie, vicino al Ponte di Rialto, Campo San Bartolomio, punto di ritrovo dei veneziani, nel mezzo del quale vi è una bella statua del Goldoni.

Campo San Bartolomio

Campo San Bartolomio

Venezia

Sestiere di Dorsoduro, Chiesa della Salute e Fondamenta delle Zattere

Il Sestiere di Dorsoduro è quello che, da un lato si si affaccia sul Canal Grande con la bella Chiesa della Salute, chiesa che venne costruita in riconoscenza della fine della pestilenza, mentre dall’altro le Fondamenta delle Zattere, forse la più bella riva di Venezia, si affacciano sul Canale della Giudecca.

Fondamenta delle Zattere

Fondamenta delle Zattere

Venezia

Sestiere della Giudecca, Chiesa del Redentore, Mulino Stucky (ora Hotel Hilton) e Casa di Maria (o “tre oci”)

Il Sestiere della Giudecca, l’unico staccato da Venezia (si raggiunge solo in barca) lo rappresento con la Chiesa del Redentore, il Mulino Stucky, enorme costruzione di tipo nordico (recentemente restaurato e trasformato in un albergo della catena Hilton) e la Casa di Maria, chiamata dai veneziani “la casa dei tre oci” (tre occhi).

Mulino Stucky

Mulino Stucky

Isola della Giudecca – Venezia

Sestiere di San Polo, Chiesa e Scuola di San Rocco e Chiesa dei Frari (con tombe di Tiziano, Donatello, Tintoretto)

Proseguiamo per il Sestiere di San Polo nel quale insistono bei monumenti, oltre al caratteristico Mercato di Rialto. Visitiamo la Chiesa di San Rocco che conserva al suo interno importanti dipinti del Tintoretto. Al suo esterno la Scuola di San Rocco con numerose tele del Tintoretto. Proseguendo avanti a sinistra si incontra la Chiesa dei Frari che viene considerata la “Santa Croce” di Venezia per le diverse tombe ai personaggi famosi, il Canova su tutti. Innumerevoli le opere d’arte esposte, tutte di famosi artisti, quali: Vivarini, Tiziano, Bellini, Donatello, Sansovino.
Chiesa dei Frari

Chiesa dei Frari

Venezia

Chiesa di Sant’Aponal, Chiesa di San Giacomo, Portici di Rialto e il Gobbo di Rialto

La Chiesa di Sant’Aponal è visibile solo esternamente, mentre la Chiesa di San Giacomo è ritenuta la più antica di Venezia.
Portici di Rialto

Portici di Rialto

Venezia

Mercato di Rialto

Il Mercato di Rialto è famoso sia per essere il mercato del pesce dove, ancor oggi, sono visibili le targhe, risalenti alla Repubblica di Venezia, con indicate le regole per la vendita del pesce. Ma il mercato ha anche una parte dedicata alla vendita di frutta e verdura per lo più coltivata negli orti dell’Isola di Sant’Erasmo.

Mercato del pesce

Mercato del pesce

Rialto – Venezia

Sestiere di Cannaregio, Ghetto Nuovo, Chiesa dei Gesuiti (quadri di Tiziano, Palma il Giovane) e Chiesa dei Miracoli

Il Canale di Cannaregio è il canale che divide in due l’omonimo Sestiere: da una parte la Stazione Ferroviaria, dall’altra il Ghetto Nuovo, la zona del quartiere ebreo di Venezia.
Oltre la Chiesa dei Gesuiti che si presenta con un’imponente facciata barocca (peccato la mancanza di profondità di campo per poterla ammirare nel suo completo splendore) ed un interno molto ricco, sia per importanti sculture marmoree, che per magnifiche opere pittoriche di Tiziano, Tintoretto e Palma il Giovane.
Da ultimo la piccola ma importante Chiesa dei Miracoli con i suoi marmi policromi.

Chiesa dei Gesuiti

Chiesa dei Gesuiti

Cannaregio – Venezia

Campo San Giovanni e Paolo, Scuola di San Marco, statua di Colleoni e Arsenale

Sul Campo San Giovanni e Paolo si affaccia l’omonima imponente Chiesa, oltre alla Scuola di San Marco, ora Ospedale di Venezia e alla statua equestre del Capitano di ventura Colleoni, opera del Verrocchio. Si contende il primato mondiale di statua equestre più bella del mondo con quella del Gattamelata sita in Padova ed opera del Donatello. Proseguiamo per Campo Santa Maria Formosa, per arrivare al Ponte dei Greci con il bel Palazzo Liassidi, ora Hotel. Castello è il Sestiere che ospita il famoso Arsenale di Venezia.
E’ una immensa costruzione al cui interno vennero costruite le navi facenti parte della potente flotta, sia mercantile che da guerra, che per diversi secoli ha fatto sia la fortuna che la grandezza di Venezia.

Chiesa di San Giovanni e Paolo

Chiesa di San Giovanni e Paolo

Venezia

Il Canal Grande con il Ponte di Rialto, la Cà d’Oro, Palazzo Foscari, Cà Pesaro e tanti altri

Quale modo migliore per terminare questa prima parte di rappresentazione di Venezia che percorrere con voi il Canal Grande per ammirare alcuni dei migliori monumenti che vi si affacciano: il Ponte di Rialto, la Cà d’Oro, Palazzo Foscari, Cà Pesaro, ecc.

Ponte di Rialto

Ponte di Rialto

Canal Grande – Venezia

Venezia, la Laguna e le Isole: la casa di caccia di Valle Zappa (laguna ovest), valle Figoni, Forte Ottagonale

Abbiamo lasciato il Centro Storico e ci siamo sposatati nella Laguna di Venezia.

Iniziamo a percorrere la Laguna dalla sua parte occidentale.

 

Numerosi i casoni da pesca disseminati nella Laguna di Venezia con le covegge e gli allevamenti.
La Casa di caccia tra le più caratteristiche della laguna è quella di Valle Zappa (Laguna Ovest).
Suggestivi i panorami su questa parte della laguna, poco battuta dai diportisti, quindi rimasta ancora vergine nelle sue bellezze.

Casa di caccia di Valle Zappa

Casa di caccia di Valle Zappa

Laguna di Venezia

Isola di Pellestrina

Isola di residenza dei pescatori è stretta e lunga dividendo il mare dalla laguna. Particolarità dell’Isola le case dipinte a colori vivaci, così come vedremo anche all’Isola di Burano.

Isola di Pellestrina

Isola di Pellestrina

Laguna di Venezia

Isola degli Armeni

Sede del Monastero dei monaci Mekhitaristi. Ha una ricca biblioteca (più di duecentomila volumi), manoscritti arabi, indiani ed egiziani. Da segnalare la presenza della mummia di Nehmeket del 1000 A.C.

Isola degli Armeni

Isola degli Armeni

Laguna di Venezia

Isola del Lido di Venezia, isola di Sant’Erasmo e Lio Piccolo

Per iniziare la visita delle isole “storiche” passiamo per il Lido di Venezia, proseguiamo poi per l’Isola di Sant’Erasmo che ricordo con una foto storica. La Baracca, ritrovo di tanti veneziani, ormai chiuso da più di trent’anni. Lio Piccolo, pur avendo tutte le caratteristiche delle Isole della Laguna è collegata alla terraferma.
Nell’estate del 2013 ho aggiunto foto dei fenicotteri rosa perchè hanno iniziato a stanziare nella Laguna di Venezia.

Isola del Lido

Isola del Lido

Laguna di Venezia

Isola di Murano

L’isola di Murano è famosa nel mondo per la produzione del vetro artistico. Ma a Murano ci sono monumenti importanti quale il Duomo di San Donato.

Opere in vetro

Opere in vetro

Isola di Murano

Isola di Burano

L’isola di Burano è la patria del merletto, ma è anche caratteristica per i colori vivaci delle sue case.

Isola di Burano

Isola di Burano

Laguna di Venezia

Isola di Torcello

Piccola Isola ad est di Burano con imponente Cattedrale (nella quale si possono ammirare importanti mosaici) a testimonianza che un tempo era uno dei centri più importanti e popolati della laguna.

Isola di Torcello

Isola di Torcello

Laguna di Venezia

Isola di San Francesco del Deserto

L’Isola è tuttora sede di un convento dei frati francescani e deve il suo nome alla sosta di San Francesco fatta nella primavera dell’anno 1220.
Isola di S Francesco del Deserto

Isola di S Francesco del Deserto

Laguna di Venezia

Venezia, le Manifestazioni: Festa del Redentore

Tra le manifestazioni che si svolgono a Venezia, e che risalgono alle sfarzose feste della Venezia Repubblicana, è da citare, in assoluto, la Festa del Redentore. Si svolge il terzo sabato di luglio in bacino San Marco dove si radunano una moltitudine di barche nelle quali si consumano piatti caratteristici in attesa dello spettacolo pirotecnico. Per l’occasione viene costruito un ponte di barche che, dalle Fondamenta delle Zattere arriva alla Chiesa del Redentore nell’Isola della Giudecca.

Festa del Redentore

Festa del Redentore

Venezia

La Regata Storica

Altra importante manifestazione è la Regata Storica che cade ila prima domenica di settembre. Dopo il corteo acqueo con antiche barche nelle quali i figuranti sono vestiti con i costumi dell’epoca della Repubblica, si svolgono competizioni varie tra i campioni del remo che remano con vogata alla veneta.

Regata Storica

Regata Storica

Venezia

La Vogalonga dal 1976 al 1984

Manifestazione nata nell’anno 1974 si è andata sempre più affermando con la partecipazione di numerose barche, inizialmente quasi esclusivamente tipiche venete, alcune finemente addobbate e con vogatori in costume, attualmente con barche e vogatori provenienti da tutto il mondo.

Vogalonga anni dal 1976 al 1984

Vogalonga anni dal 1976 al 1984

Venezia

Il Carnevale dal 1987 al 1994

Il Carnevale di Venezia, dopo oltre due secoli di interruzione, riprese vigore nell’anno 1979. Inizialmente, come per la Vogalonga, era una festa riservata ai veneziani. Ed io presento i costumi di questi primi anni.

Carnevale dal 1987 al 1994

Carnevale dal 1987 al 1994

Venezia

Il Carnevale del 2007

Negli ultimi venti anni il Carnevale si è andato sempre più affermando, sino a diventare un appuntamento internazionale. Desidero rappresentare a chi mi legge quello dell’anno 2007 con foto del mio amico Giulio.

Carnevale 2007

Carnevale 2007

Venezia