01/ - Libia, il deserto: il deserto pietroso Msak Settafet e il Wadi Methkandoush, ricco di incisioni rupestri risalenti a 16mila anni addietro

Guarda l'intero viaggio! Libia 2^parte, il deserto, l’Akakus e laghi di Ubari
  • Libia, Wadi Methkandoush: il mercatino
  • Libia, Msak Settafed: Wadi Methkandoush
  • Libia, Wadi Methkandoush: il sito archeologico
  • Libia, Wadi Methkandoush: tuareg
  • Libia, Wadi Methkandoush: tuareg
  • Libia, Wadi Methkandoush: incisione rupestre
  • Libia, Wadi Methkandoush: incisione rupestre
  • Libia, Wadi Methkandoush: incisione rupestre
  • Libia, Wadi Methkandoush: incisione rupestre (elefante)
  • Libia, Wadi Methkandoush: incisione rupestre (giraffa)
  • Libia, Wadi Methkandoush: incisione rupestre (giraffa)
  • Libia, Wadi Methkandoush: incisione rupestre (coccodrillo)
  • Libia, Wadi Methkandoush: incisione rupestre (coccodrillo)
  • Libia, Wadi Methkandoush: incisione rupestre (elefante)
  • Libia, Wadi Methkandoush: incisione rupestre (gatti mammoni)
  • Libia, Wadi Methkandoush: incisione rupestre (gatti mammoni)
  • Libia, Wadi Methkandoush: incisione rupestre (gatti mammoni)

Inizialmente percorriamo il Msak Settafet, deserto pietroso chiamato “oceano di pietra”. Arriviamo al Wadi Methkandoush che è il sito con la più ampia ed antica (16.000 anni) raccolta di incisioni rupestri della Libia.
Sono rappresentati numerosi animali: coccodrilli, elefanti, giraffe, ippopotami, struzzi, rinoceronti.
I più rappresentativi, per posizione, bellezza e conservazione, sono i gatti mammoni.

Guarda l'intero viaggio! Libia 2^parte, il deserto, l’Akakus e laghi di Ubari