09/2014 - Italia, Isole Tremiti

Viaggio di una settimana del settembre 2014 visitando la città di Termoli e le isole dell’Arcipelago delle Tremiti.

La settimana alle Isole Tremiti è stata trascorsa in caicco.

Sono a disposizione di coloro che volessero fare analoga esperienza per fornire informazioni e consigli.

Nella settimana abbiamo visitato l’Isola di San Nicola (con il Castello e la Chiesa di Santa Maria), l’Isola di San Domino (con le sue coste frastagliate, una bella pineta), l’Isola di Capraia ed il piccolo isolotto del Cretaccio (ambedue disabitate) ed infine l’Isola di Pianosa.

In navigazione abbiamo affrontato con una certa paura un forte temporale che illustro con foto.

Infine un ricordo a Lucio Dalla, molto affezionato alle Tremiti, dove aveva una villa.

La sera precedente il trasferimento in traghetto all’Arcipelago delle Isole Tremiti ci fermiamo per il pernottamento a Termoli.
Bella cittadina con un centro medioevale con strette viuzze nel quale spicca per bellezza il Duomo del XII^ secolo e un torrione già facente parte dell’originale Castello Svevo.
Sulle mura crescono spontaneamente piante di capperi, stupendamente fiorite.
Ampia la bella spiaggia, turisticamente frequentata.

Iniziamo la visita delle Isole Tremiti dall’Isola di San Nicola, scenograficamente la più significativa.

E’dominata dal Castello alla cui sommità si trova la Chiesa di Santa Maria all’interno della quale spiccano per importanza un polittico ligneo, un bel pavimento romanico e un importante crocefisso su tavola. Tutte opere risalenti al XIII^ secolo.

Scendendo, al termine della visita, si godono magnifici panorami sulle altre isole dell’arcipelago: Capraia, Cretaccio e San Domino.

In questa galleria illustro, con suggestive foto notturne, l’Isola di San Nicola.

L’Isola di San Domino è la maggiore e la più bella dell’arcipelago delle Isole Tremiti.

Per buona parte della sua superficie è ricoperta da una bella pineta.

Ha coste molto frastagliate ricche di grotte.

Nella scogliera, a ridosso del faro, nidificano gabbiani di una specie rara chiamata “Diomedee”. Le isole Tremiti, nell’antichità, erano note anche con il nome di “Diomedee”, e la leggenda lega la storia di questo arcipelago alle vicende mitologiche dell’eroe acheo Diomede.

L’Isola di Capraia (anticamente abitata da capre selvatiche, ora completamente disabitata) è la terza tra le isole dell’arcipelago delle Tremiti.

Nelle vicinanze si trova la piccolissima isola del “Cretaccio”, situata tra Capraia e le isole di San Nicola e di San Domino.

Capraia è pressoché piatta, con un faro abbandonato e bassa flora multicolore.

Famoso l’arco degli innamorati.

La settimana alle Isole dell’Arcipelago delle Tremiti l’abbiamo trascorsa a bordo di un caicco.

Eravamo entusiasti per la scelta fatta e le aspettative erano enormi.

Purtroppo non è stata un’esperienza positiva e non mi sento di consigliarla a chi mi legge. Naturalmente, attraverso il form di contatto, sono disponibile a fornire ulteriori indicazioni utili a chi volesse intraprendere questa esperienza.

In questa galleria vengono illustrati il caicco e l’Isola di Pianosa, la quarta per grandezza.

E’così bassa che viene sommersa dal mare quando questo è in burrasca.

Termino questa galleria documentando un forte temporale che ci ha sorpreso mentre eravamo in navigazione.

Da oltre quaranta anni Lucio Dalla trascorreva le vacanze nella sua villa nell’Isola di San Domino, situata nell’arcipelago delle Isole Tremiti.

Dopo la morte del cantautore, numerose le attestazioni di affetto da parte degli isolani.