01/ - Isola di Pantelleria: dammusi, Scauri, Punta Spadillo, vallate Ghirlanda e Monastero, Punta dell’Arco (o dell’Elefante)

Guarda l'intero viaggio! Italia, Isola di Pantelleria
  • Pantelleria, Scauri: tetti di dammusi
  • Pantelleria: coltivazioni
  • Pantelleria: valle della Ghirlanda
  • Pantelleria: zona di Gadir
  • Pantelleria, zona di Punta Spadillo: laghetto dei gamberi
  • Pantelleria: valle del Monastero
  • Pantelleria: valle del Monastero
  • Pantelleria: fiore del cappero
  • Pantelleria: pianta di capperi
  • Pantelleria: viticolture di Muegen

Numerosi sono gli scorci che offre la strada panoramica.
Prima ammiriamo belle coltivazioni sui terrazzi ricavati grazie ai muretti a secco fatti con pietra lavica e “dammusi” restaurati. Il dammuso è la tipica costruzione rurale dell’isola, a forma rettangolare, con cupola per lo più a botte, eretta usufruendo della pietra lavica con mura molto spesse (anche due metri) il che consente un ottimo isolamento termico. Belli i tetti dei dammusi nella frazione di Scauri.
Ancora due scorci: il bel mare e la macchia mediterranea nella zona sovrastante il borgo marinaro di Gadir e il laghetto interno detto “dei gamberi” nella zona di punta Spadillo.
Pantelleria non è solo mare. I panteschi, infatti, sono più coltivatori che pescatori.
Nelle piccole vallate interne (Ghirlanda, Monastero, Mueggen) hanno realizzato aree coltivabili anche molto ampie grazie al faticoso lavoro di ripulitura di tutte le pietre vulcaniche ammassate nei muretti a secco che ora delimitano le varie proprietà. Due le vallate principali dell’Isola: quella della Ghirlanda, la più grande dell’isola, e quella di Monastero.
Ancora la Pantelleria agricola: la grande distesa di vigneti nella parte nord della valle Monastero e le viticulture di Muegen, l’isola nell’isola, sopra Tracino e Punta dell’Arco (o dell’Elefante) con i suoi numerosi vecchi dammusi e la bella chiesa di Sant’Antonio.
La coltivazione dei capperi è seconda per importanza ed è interessante sapere che i capperi sono i fiori della pianta, prima della fioritura. Vanno quindi raccolti con sollecitudine ripetendo l’operazione ogni dieci giorni. Il fiore è molto bello e delicato.

Guarda l'intero viaggio! Italia, Isola di Pantelleria